Licenza di Caccia

Licenza di porto di fucile per uso di caccia e abilitazione all’esercizio venatorio

1. La licenza di porto di fucile per uso di caccia è rilasciata in conformità alle leggi di pubblica sicurezza.
2. Il primo rilascio avviene dopo che il richiedente ha conseguito l’abilitazione all’esercizio venatorio a seguito di esami pubblici dinanzi ad apposita commissione nominata dalla regione in ciascun capoluogo di provincia.
3. La commissione di cui al comma 2 è composta da esperti qualificati in ciascuna delle materie indicate al comma 4, di cui almeno un laureato in scienze biologiche o in scienze naturali esperto in vertebrati omeotermi.
4. Le regioni stabiliscono le modalità per lo svolgimento degli esami, che devono in particolare riguardare nozioni nelle seguenti materie:
a) legislazione venatoria;
b) zoologia applicata alla caccia con prove pratiche di riconoscimento della specie cacciabili;
c) armi e munizioni da caccia e relativa legislazione;
d) tutela della natura e principi di salvaguardia della produzione agricola;
e) norme di pronto soccorso.
5. L’abilitazione è concessa se il giudizio è favorevole in tutti e cinque gli esami elencati al comma 4.
6. Entro un anno dalla data di entrata in vigore della presente legge le regioni promuovono corsi di aggiornamento sulle caratteristiche innovative della legge stessa.
7. L’abilitazione all’esercizio venatorio è necessaria, oltre che per il primo rilascio della licenza, anche per il rinnovo della stessa in caso di revoca.
8. Per sostenere gli esami il candidato deve essere munito del certificato medico di idoneità.
9. La licenza di porto di fucile per uso di caccia ha la durata di sei anni e puo’ essere rinnovata su domanda del titolare corredata di un nuovo certificato medico di idoneità di data non anteriore a tre mesi dalla domanda stessa.
10. Nei dodici mesi successivi al rilascio della prima licenza il cacciatore puo’ praticare l’esercizio venatorio solo se accompagnato da cacciatore in possesso di licenza rilasciata da almeno tre anni che non abbia commesso violazioni alle norme della presente legge comportanti la sospensione o la revoca della licenza ai sensi dell’articolo 32.
11. Le norme di cui al presente articolo si applicano anche per l’esercizio della caccia mediante l’uso dell’arco e del falco.

Rinnovo

La licenza si rinnova alla scadenza del 6° anno; nel periodo di validità viene rinnovata automaticamente con il pagamento annuale della tassa di concessione governativa. Per la domanda di rinnovo, che deve essere presentata prima della scadenza del titolo, va prodotta la stessa documentazione prevista per il rilascio, ad eccezione della certificazione attestante l’abilitazione all’esercizio dell’attività venatoria, la certificazione relativa all’idoneità al maneggio delle armi e la dichiarazione di non essere stato riconosciuto “obiettore di coscienza”, oppure l’istanza di revoca dello status di obiettore, trasmessa all’Ufficio Nazionale per il servizio civile.

I documenti necessari per il primo rilascio e il rinnovo della licenza di caccia sono i seguenti:
Prima concessione
  • Domanda su modello fornito dalla Questura
  • Certificato di abilitazione all’esercizio Venatorio
  • Fotocopia del congedo militare o il certificato del
  • Tiro a Segno Nazionale  .
  • Certificato della ASL o del Medico militare
  • Autocertificazione per residenza e stato di famiglia
  • Due fotografie formato tessera
  • Due marche da bollo da € 16,00
  • Versamenti:
  1. Tassa Concessione Governativa
  2. Tassa Provinciale
  3. Libretto porto di fucile
Rinnovo
  • Domanda su modello Questura;
  • Certificato della ASL o del medico Militare
  • Autocertificazione per residenza e stato di famiglia
  • Due fotografie formato tessera
  • Due marche da bollo da € 16,00
  • Versamenti:
  1. Tassa Concessione Governativa
  2. Tassa Provinciale
  3. Libretto porto di fucile
I versamenti dovranno così essere effettuati :
173,16
intestato a Tassa Concessione governativa di Pescara
C / C  8003 – Causale codice 1518
€ 32,65
intestato a Provincia di Roma Tasse Caccia e Pesca Sez. Tes. 2 Dip IV Caccia e Pesca C / C 37717345
€ 1,30
Libretto porto di fucile
Intestato a Tesoreria Provinciale dello Stato Roma.
Causale : Da imputarsi al Cap. IX – Capitolo 3484 per il rilascio o Rinnovo libretto porto di fucile uso caccia
C /C  871012

 

Esportazione temporanea di armi a scopo venatorio

È una licenza rilasciata dalla Questura e/o dai Commissariati. Autorizza all’esportazione, per un massimo di tre armi e 200 cartucce, per uso venatorio. Ha validità di 90 giorni dalla data del rilascio ed è valida per un solo viaggio.

Occorre presentare domanda in bollo allegando:

  • copia del porto d’armi valido con attestazione di avvenuto pagamento della tassa di concessione governativa ed assicurazione venatoria;
  • copia della denuncia di possesso delle armi e delle munizioni che si intendono esportare;
  • certificato di residenza e stato di famiglia o autocertificazione;
  • una contrassegni telematici da euro 16,00

 

Modulo di richiesta licenza porto di fucile uso caccia

Scarica (PDF, 38KB)